Overbooking e software per hotel, errori volontari?

L’altro giorno mentre prenotavo una stanza in un hotel a Malta tramite Booking, mi sono fatto una domanda un po’ strana: come diavolo fanno gli alberghi a gestire le prenotazioni da più canali? Prenotazioni dal sito web, telefoniche, da agenzie di viaggi, comparatori come Booking, Trivago e chi più ne ha, più ne metta. Non credo siano così immediati da gestire.

overbooking-hotelSe non vi è una buona gestione dei canali di vendita, soprattutto nei periodi di alta stagione, ci si può imbattere nel fenomeno chiamato overbooking, ovvero l’hotel vende più camere di quante ne dispone. Potrebbe essere un fenomeno involontario causato proprio da una gestione non impeccabile dell’albergo, ma anche volontario, per evitare di ritrovarsi con cancellazioni poco desiderate.

Personalmente non mi è mai capitato di trovarmi di fronte a un “Ci scusi signore, la stanza che ha prenotato è già occupata”, però credo che possa accadere se non si gestiscono bene i vari canali di prenotazione. Ho provato a fare una semplice ricerca su Google per vedere come gli albergatori possono gestire le loro strutture ed evitare spiacevoli incidenti di overbooking involontari (per quelli volontari non ci sono software che tengano) e ho trovato molte risorse interessanti.

Googleleggiando un po’ ho trovato alcune aziende che sviluppano dei programmi per la gestione degli alberghi, in particolare c’è un software per hotel firmato GpDati, che offre soluzioni sia alle strutture più piccole, come bed&breakfast, piccoli hotel, ma allo stesso tempo a grandi catene alberghiere che devono gestire più strutture simultaneamente.

Grazie a questi gestionali, gli overbooking involontari sembrano abbastanza difficili da verificarsi, anche se in prossimità dei periodi di alta stagione ci può sempre stare qualche errore. Confidando nell’efficienza dei software gestionali per hotel, mi auguro e vi auguro di non trovarvi di fronte alla spiacevole situazione di overbooking e vi auguro buoni viaggi e soggiorni in giro per il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *