Smartphone ricondizionati, ne vale la pena?

Tempo fa, quando era uscito l’Iphone 5 non avevo potuto resistere alla tentazione di scrivere qualcosa anch’io (qui puoi leggere il mio post a riguardo). Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia e gli anni da quella uscita sono stati più di 2, ma le abitudini delle persone non sono praticamente cambiate.

Di notti bianche per acquistare l’ultimo smartphone della mela morsicata ce ne sono state altre, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Molte persone non hanno resistito al “canto delle sirene” Apple e hanno sentito l’esigenza di dover acquistare il prima possibile il nuovo gioiellino tecnologico. Anche oggi gli schieramenti si dividono in due fazioni: quelli che vogliono tutto subito a qualsiasi prezzo e quelli che lo vogliono a un prezzo più accessibile, aspettando anche uno o più mesi.

iphone-nuovo-o-ricondizionatoProprio a favore di quest’ultima fazione vi è una notizia delle ultime settimane, che spiega il vantaggio di acquistare dispositivi ricondizionati. In sostanza lo smartphone ricondizionato è un apparecchio che viene restituito per un qualsiasi motivo e che viene “rigenerato”, praticamente vengono sostituite le eventuali componenti usurate e riapplicate le pellicole protettive. Infine viene rimesso in vendita nelle condizioni pari a quelle di uno nuovo, ma il prezzo di vendita è più basso di circa il 30%.

Il boom degli smartphone ricondizionati sta “esplodendo” anche in Italia e alcune aziende offrono anche una garanzia di ben 12 mesi. Si tratta di un’ulteriore opportunità per chi vuole possedere dispositivi tecnologicamente avanzati a un prezzo più accessibile rispetto a quelli appena usciti di fabbrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *