Visita medico sportiva

Essendo un incallito podista, ogni anno mi sottopongo alla visita medico sportiva, obbligatoria se voglio partecipare a competizioni ufficiali organizzate dalla FIDAL (la federazione italiana di atletica leggera). Tali competizioni possono essere gare su pista (cosa che non faccio), oppure corse su strada, come 10km (le faccio molto raramente) mezze maratone (un po’ meno raramente) e maratone (ne faccio 2-3 all’anno).

Anche quest’anno sono abile e arruolato, ma combinando la mia peculiarità di essendo un podista che predilige le lunghe distanze con l’età che avanza, anno dopo anno; il DOC mi ha fatto fare alcuni test per vedere lo stato di salute delle mie articolazioni.

Dolore al ginocchio destroNello specifico, in questi ultimi 2 mesi ho il ginocchio destro che ha iniziato a scricchiolare ed era più curioso lui del sottoscritto, di capire il perché di questa infiammazione persistente.

L’esito non mi ha per niente entusiasmato, infatti sentirsi dire di essere un vecchio con l’artrite non è stato molto simpatico, ma utile per prevenire un degenerare della situazione. In realtà la situazione non è così preoccupante, anche perché secondo il mio medico la corsa aiuta a proteggere le ginocchia, per cui il mio problema sarebbe dovuto ai tanti anni calcio, ovvero anni di traumi che avrebbero indebolito le mie articolazioni.

Tuttavia il DOC ha suggerito l’assunzione di un integratore alimentare come BodyFokus ArthroForce Revital, ovvero un integratore a base di solfato di glucosamina e di solfato di condroitina che combinati tra loro aiuterebbero la riduzione dei dolori alle ginocchia.

Insomma, quest’anno la visita medico sportiva è stata veramente utile, perché oltre ad ottenere l’idoneità (un controllo annuale sul corretto funzionamento del cuore sotto sforzo non fa mai male), ho scoperto anche un interessante integratore che potrebbe tornami utile, ma che sicuramente consiglierò anche a mia madre che soffre di artrite.

Starò diventando vecchio, ma a correre non mi fermerà nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *